« Archivio

L'Ecofin vuole un organismo super partes

I ministri europei delle finanze chiedono un'autorità europea che vigili su quelle degli altri Stati

06/12/2019

Che molte banche siano state coinvolte in pesanti vicissitudini legate al riciclaggio di denaro è imperdonabile. Si pensi alla Danske Bank, attraverso la quale sono stati sbiancati oltre 200 miliardi di euro attraverso un sistema consapevole e sopraffino. La vicenda dell’istituto di credito danese è solo la punta dell’iceberg di un’attitudine bancaria che, al contrario, dovrebbe essere debellata. Per questo i ministri delle finanze europei concordano sulla necessità di rendere la lotta al reimpiego illecito dei capitali più efficace.

Affinché il contrasto ai crimini finanziari sia rafforzato, i ministri domandano l’istituzione di un organismo europeo super partes che coordini il lavoro delle varie autorità nazionali, troppo spesso non propriamente diligenti. Si tratterebbe di una struttura indipendente con poteri diretti sulle banche voluta dai Paesi più grandi e impegnati nel contrasto al riciclaggio consci delle lacune in materia riportate da altre nazioni del blocco quali Lussemburgo, Malta o ancora Cipro.

A questa richiesta si aggiungerebbe anche quella di una revisione delle leggi comunitarie sul riciclaggio, all’alba del recepimento della V direttiva da parte degli Stati membri.


« Archivio